Spedizione gratuita oltre 100 € e 30 giorni di resi gratuiti
Design & qualità Svedesi
Un punteggio medio di 4,6 / 5, 580.000+ recensioni
Cerca per categoria, prodotto, attività...
Cart icon
Donna
Uomo
Accessori
Guide
Offerte

La guida al sistema a strati

16 ottobre 2023

Quando vai alla conquista dei grandi spazi, un abbigliamento adeguato può fare la differenza tra un'avventura memorabile e una da dimenticare. Che si tratti di trekking al freddo dell'inverno, escursioni all'aria fresca autunnale o avventure estive sotto il sole torrido, gli strati sono essenziali per il comfort e l'adattabilità.

In questa guida ti sveliamo l'arte degli strati e ti spieghiamo come regolare la temperatura corporea aggiungendo o togliendo strati. Con l'approccio giusto puoi mantenere il comfort e affrontare ogni cambiamento del meteo per tutto l'anno.

Perché abbiamo freddo?

Per capire il sistema a strati e i vantaggi che ti offre è essenziale comprendere i motivi scientifici della perdita di calore dal corpo all'ambiente circostante.

Radiazione: il tuo corpo emette calore sotto forma di raggi infrarossi. Quando l'ambiente circostante è più freddo della tua pelle perdi calore. Per evitare che succeda, usa strati isolanti e un berretto caldo.

Conduzione: perdita di calore attraverso il contatto diretto con oggetti o superfici più freddi. Per evitare che succeda, indossa calze calde, strati isolanti e uno strato esterno impermeabile.

Convezione: trasferimento di calore attraverso l'aria o un liquido in movimento. Il vento o il sudore sulla pelle provocano una perdita di calore per convezione. Per evitare che succeda, usa uno strato base che elimina l'umidità e strati esterni antivento.

Evaporazione: perdita di calore attraverso l'evaporazione di umidità, come il sudore. Durante l'attività fisica, o se fa caldo, sudi per rinfrescarti. A basse temperature però l'eccesso di umidità può farti sentire freddo. In questo caso puoi indossare uno strato base che elimina l'umidità.

Il sistema a strati

Il sistema a strati è un modo pratico di vestirsi per le attività outdoor, assicurandosi comfort e protezione in condizioni meteo variabili. Si tratta di indossare vari strati di abbigliamento, che insieme ti aiutano a gestire la temperatura del corpo e controllare l'umidità.

Questo sistema è efficace durante tutto l'anno, adattandosi a varie temperature e condizioni meteo. Quando fa freddo puoi accumulare strati per stare al caldo, ma non troppo. E quando sale la temperatura, ti basta togliere uno strato o due per restare al fresco senza sudare.

Il principio essenziale alla base del sistema a strati è di creare piccole intercapedini d'aria tra uno strato e l'altro. Queste intercapedini d'aria fanno da isolante, intrappolando il calore e tenendoti al caldo. Questo metodo mantiene il calore in modo più efficiente rispetto a una sola giacca esterna spessa.

Lo strato base: gestione dell'umidità

Indossato sulla pelle, lo strato base ha un ruolo fondamentale: allontana il sudore dalla pelle in modo efficiente. Tenersi all'asciutto è essenziale per evitare di raffreddarsi e ridurre il rischio di sfregamento.

Gli strati base sono disponibili in una vasta gamma di materiali e pesi. Evita di indossare il cotone come strato base perché trattiene l'umidità. Faresti meglio a scegliere materiali come la lana merino o le fibre sintetiche per una gestione migliore dell'umidità.

Lana merino

●     Livelli di attività bassi o moderati

La lana merino offre un isolamento naturale e una regolazione eccellente della temperatura: mantiene il calore quando fa freddo e allontana l'umidità quando ti muovi o salgono le temperature, evitando di surriscaldarti.

La lana merino inoltre ha proprietà antimicrobiche naturali e riduce così lo sviluppo di batteri che provocano cattivi odori. Quindi la lana merino è la scelta perfetta per indossare un capo a lungo senza rischio di odori sgradevoli.

Se da un lato la lana merino offre un'ottima performance, dall'altro però tende a durare meno delle alternative sintetiche e deve essere lavata e asciugata con più attenzione. Così molti preferiscono un misto di lana merino e fibre sintetiche per una maggiore durata.

Materiali sintetici

●     Livelli di attività elevati

Gli strati base sintetici sono progettati per dare il meglio in condizioni outdoor impegnative. Sono l'ideale per eliminare l'umidità, portando via rapidamente il sudore dalla pelle per tenerti all'asciutto. L'asciugatura rapida ti permette di mantenere il comfort nelle attività più impegnative o in caso di pioggia imprevista.

Gli strati base sintetici hanno una durata eccezionale: affrontano le sfide di un uso prolungato e lavaggi frequenti senza compromettere la performance. Bisogna notare però che dopo uno sforzo intenso possono trattenere i cattivi odori, quindi vanno puliti più spesso perché restino freschi.

Lo strato intermedio: isolamento e calore

Gli strati intermedi funzionano catturando l'aria all'interno del materiale e creando uno strato isolante che aiuta a mantenere il calore del corpo. Le proprietà isolanti degli strati intermedi dipendono dalla loro capacità di catturare e trattenere l'aria. Più questi strati riescono a trattenere l'aria, più sono isolanti.

Gli strati intermedi sono progettati per catturare il calore, ma non l'umidità. Facilitano il passaggio dell'umidità agli strati esterni, permettendoti di stare al caldo anche durante le attività molto intense. Questa traspirabilità permette un'ottima regolazione della temperatura in svariate condizioni outdoor.

Pile

●     Condizioni meteo variabili
●     Livelli di attività elevati

Il pile è noto per il suo rapporto eccellente tra calore e peso. Offre un notevole isolamento per tenerti al caldo senza essere troppo ingombrante o pesante: è comodo e versatile per svariate attività outdoor.

Inoltre il pile è perfetto per gestire l'umidità: la allontana con la massima efficacia e offre un'alta traspirabilità e un'asciugatura veloce. Così si può allontanare l'umidità: un aspetto fondamentale per regolare la temperatura nelle attività intense.

Tuttavia, non avendo una tessitura fitta non protegge dal vento. Perciò in caso di meteo ventoso è importante disporre di uno strato esterno antivento.

Giacche o gilè isolanti e leggeri

●     Meteo freddo e secco
●     Livelli di attività bassi o moderati

Giacche o gilè leggeri e isolanti sono ottime opzioni come strati intermedi, perché offrono un calore eccellente senza aggiungere volume o peso superfluo al tuo abbigliamento. Inoltre si possono comprimere facilmente e portare nello zaino.

Per l'isolamento puoi scegliere tra piuma e sintetico. L'isolamento in piuma offre un rapporto migliore tra calore e peso, ma perde di efficacia quando è bagnato. D'altra parte, spesso l'isolamento sintetico è più durevole ed economico, ma può essere anche più ingombrante.

Lo strato shell: protezione dalle intemperie

Lo strato shell, cioè quello esterno, protegge dalle intemperie. Il livello di protezione che ti serve può variare in base alle condizioni meteo. Dovrebbe come minimo essere resistente al vento e idrorepellente. Tuttavia una shell impermeabile è necessaria in caso di pioggia forte o costante.

Hardshell

●     Meteo da freddo a umido
●     Protezione da pioggia forte e vento

Le hardshell sono un tipo versatile di abbigliamento esterno che offre una protezione eccezionale da varie condizioni meteo per tutto l'anno. Sono progettate appositamente con una membrana tecnica che le rende resistenti al vento e impermeabili, pur mantenendo la traspirabilità. Inoltre sono leggere e poco ingombranti, quindi ideali da portare nello zaino in caso di pioggia imprevista.

Softshell

●     Meteo fresco o freddo
●     Livello di attività elevato

Diversamente dalle hardshell, le softshell di solito non hanno una membrana tecnica, quindi potrebbero offrire una protezione dalle intemperie meno efficace. D'altra parte, proprio per questo spesso sono più traspiranti ed elasticizzate, quindi eccellenti per le attività intense. Le softshell sono disponibili in varie versioni di peso e spessore; alcune hanno perfino un ulteriore isolamento con una fodera in pile. Per tutti questi motivi le softshell sono un'opzione versatile come strato shell per un meteo piuttosto mite.

Indumenti isolanti

●     Meteo freddo e secco
●     Livelli di attività variabili e bassi

Gli strati esterni isolanti sono l'ideale per un meteo freddo e secco, come una giornata invernale limpida con temperature basse e precipitazioni scarse o assenti. Sono più adatti alle attività meno intense, perché quelle ad alta intensità potrebbero provocare un surriscaldamento a causa dell'isolamento aggiuntivo. Inoltre bisogna ricordare che la maggior parte degli strati esterni isolanti non sono impermeabili, quindi potrebbero offrire una protezione insufficiente in caso di pioggia.

Strati per svariate attività e condizioni meteo

L'efficacia del sistema di strati varia in base al meteo, all'attività e alla tua tendenza a sentire freddo. Ecco alcuni scenari per cominciare a farti un'idea!

Gestisci il freddo durante lo sci e lo snowboard

Quando ti dedichi allo sci o allo snowboard sulle piste, l'intensità dell'attività e il meteo sono molto variabili. Perciò è importante vestirsi in modo flessibile per non soffrire né il freddo né il caldo.

Strato base: indossa uno strato base che elimina l'umidità, meglio se un po' più spesso quando fa freddo. L'ideale è un misto di lana merino e materiali sintetici: durevole, isolante e con un'eccellente gestione dell'umidità.

Strato intermedio: il pile è ottimo come strato intermedio per lo sci e lo snowboard, dato che è isolante e allontana l'umidità. Così è perfetto per livelli di intensità variabili. Scegli lo spessore in base al freddo.

Strato shell: sulle piste potrebbe essere più importante proteggersi dal vento che dall'acqua. Perciò la soluzione migliore potrebbe essere una hardshell o un abbigliamento isolante. Inoltre le zip di ventilazione offrono più flessibilità per regolare la temperatura corporea quando l'intensità è variabile.

Vai a fare sci di fondo? Dato che di solito questa attività ha un'intensità costantemente elevata, spesso puoi fare a meno dello strato intermedio isolante. Pensa invece agli strati base e shell. Scegli uno strato base sintetico, eccellente per la gestione dell'umidità. Per restare al caldo ma non troppo, scegli uno strato shell con un traspirabilità e una protezione antivento elevate.

Gestisci le variazioni di temperatura e intensità durante le escursioni

Il trekking è un'altra attività con livelli di intensità molto variabili. Inoltre temperature e condizioni meteo possono cambiare fortemente durante il giorno o a causa di variazioni dell'altitudine o dell'ambiente.

Strato base: scegli uno strato base che elimina l'umidità e si asciuga rapidamente. Spesso gli strati base sintetici sono i migliori, ma se parti per un trekking di più giorni potresti preferire la lana merino per le sue proprietà anti-odore.

Strato intermedio: un pile isolante è perfetto come strato intermedio per le escursioni. È poco ingombrante e non aggiunge molto peso; si può anche usare come strato esterno se non hai bisogno di protezione da vento o pioggia.

Strato shell: hardshell e softshell sono ottimi strati esterni per le escursioni. Le softshell sono l'ideale quando serve più traspirabilità, mentre le hardshell proteggono meglio dalle intemperie. Se vuoi unire i vantaggi delle due soluzioni, portati una hardshell leggera e poco ingombrante, da aggiungere alla softshell in caso di pioggia forte.

Affronta vento e pioggia durante le attività intense come corsa e ciclismo

Le attività con un'intensità costantemente elevata, come trail running e ciclismo, richiedono una forte traspirabilità e una perfetta eliminazione dell'umidità.

Strato base: indossa uno strato base che elimina l'umidità e si asciuga rapidamente. Gli strati base sintetici sono i migliori grazie a un'eccezionale gestione dell'umidità.

Strato intermedio: per le attività ad alta intensità di solito non ti serve uno strato intermedio, che ti farebbe sudare per il troppo calore. Se però fa molto freddo, un pile sottile potrebbe essere una buona idea.

Strato shell: scegli uno strato traspirante ed elasticizzato con protezione antivento, almeno sul lato anteriore. La traspirabilità è essenziale. Se il tuo strato esterno ha una traspirabilità insufficiente, quando comincerai a sudare ti bagnerai dall'interno. Perciò pensa attentamente a quanta protezione ti servirà: spesso può bastare un capo idrorepellente senza membrana tecnica, che rispetto a uno impermeabile è in genere più traspirante.

×